Sala delle Donne

Un progetto di Terziario Donna Confcommercio per sollecitare una riflessione sull’impegno femminile, costantemente presente – seppure in forme diverse – e in continua evoluzione.

Patrocinio della Camera dei deputati

Visita la galleria di ritratti: dal 25 novembre 2021 al 10 gennaio 2022 presso il foyer dell’Auditorium della Provincia di Treviso (via Cal di Breda, 116 Treviso).

Elena Casagrande

La filosofia non dev’essere una pratica astratta ma un’azione legata al presente, alla quotidianità, al concreto. Questo è ciò di cui è fermamente convinta Elena Casagrande (Santa Lucia di Piave, Treviso, 25 gennaio 1992), una ragazza che fa della condivisione uno dei suoi punti fermi: un modus vivendi, uno strumento che tutti possono e devono adottare per analizzare la complessità del reale, scavare per trovare conferme ma soprattutto nuove sfaccettature a volte sorprendenti che arricchiscano il bagaglio e l’esperienza di ognuno.

Disegnata da Rita Petruccioli

Illustrazione di Casagrande Petruccioli con un libro in mano intitolato Sophia

Emma 
Della Libera

Emma Della Libera (Treviso, 10/01/1998) è una ragazza brillante e decisa. È soprattutto instancabile nella sensibilizzazione sociale dell’Atassia di Friedreich – malattia neurodegenerativa che aggredisce il sistema nervoso compromettendo il controllo motorio e il coordinamento – diagnosticatale a 12 anni.  Nel 2010, grazie alla determinazione dei genitori, nasce l’associazione “Ogni giorno per Emma” attiva nella raccolta fondi e nella ricerca medico-scientifica tese a migliorare il quadro clinico della patologia, a curarlo o a risolverlo.

Disegnata da Francesca Rizzato 

Luisa Tosi

Scrive ovunque, Luisa Tosi, con mozziconi di matita su fogli di carta di ogni sorta, e lì rende esplicito il suo pensiero, fino a trasformarlo in libro. Educatrice, cultrice delle tradizioni, delle bellezze ambientali e della memoria, Luisa Tosi, nasce negli anni Trenta, si diploma alla scuola magistrale nel 1948 e si laurea in Pedagogia nel 1971.

Elettivo è il suo riferimento nel mondo della formazione e della didattica. Diventa dirigente scolastico e copre dei ruoli importanti nell’I.R.R.S.A.E. Veneto (Istituto Regionale per la Ricerca, la Sperimentazione e l’Aggiornamento Educativo) e nel M.C.E. (Movimento di Cooperazione educativa).

Disegnata da Stefano Zattera

Tina Anselmi
e Maria Pia 
Dal Canton

Nata a Castelfranco Veneto nel 1927, esempio nobile di impegno politico e sociale, Tina Anselmi appartiene a una famiglia cattolica popolare e antifascista. Frequenta il ginnasio, poi le magistrali di Bassano del Grappa e si scrive all’Azione cattolica. 

Maria Pia Dal Canton ha dedicato la sua vita al progresso materiale e spirituale della società. Nata a Possagno (Treviso) il 18 settembre del 1912, si laurea in Lettere e Filosofia. Intraprende subito la carriera di insegnante ma si impegna anche nell’associazionismo cattolico. Nel 1944 diventa dirigente della Gioventù femminile di Azione cattolica a Treviso. Con lei, Tina Anselmi.

Disegnate da Michele Bruttomesso

Silvia Marangoni

Si dice che chi non resiste al vento gelido non ha motivo di restare sull’apice della montagna. Ci vogliono volontà e coraggio. Tutte qualità in dotazione a Silvia Marangoni (Oderzo, 20 settembre 1985), atleta da 11 mondiali, 12 europei e un palmares senza fine di titoli regionali e nazionali. Sulla pista, Silvia comincia a librarsi fin dall’età di 3 anni e da quel momento tutto cambia. Sul filo vivo dei pattini e soprattutto della sua tenacia e della sua passione, con immensi sacrifici e una determinazione senza pari, Silvia si impegna in quello che ama di più al mondo. Tanta palestra per esercitarsi sulle figure e i salti, preparazione atletica, lezioni di danza classica e sudamericana per assimilare ritmo, coordinazione e armonia di un corpo che ha la forza dell’acciaio e la grazia e la leggerezza di una farfalla.

Disegnata da Ilaria Urbinati

Marina Salamon

Marina Salamon è l’immagine dell’intraprendenza e della vitalità. Classe 1958, nasce il 3 settembre a Tredate (VA), cresce a Milano e studia in Francia e in Gran Bretagna. Abita a Verona ma una parte della sua vita è a Treviso, a capo di Altana Spa, tra le maggiori aziende europee di abbigliamento per bambini, fondata da Marina nel 1982 a soli 23 anni, dopo la laurea in Storia Economica e Sociale all’Università Ca’ Foscari di Venezia. 

Disegnata da Marta Signori

Antonietta Giacomelli

Antonietta Giacomelli nasce a Treviso il 15 agosto del 1857 da Angelo (patriota del risorgimento e imprenditore) e Maria Rosmini (cugina del filosofo Antonio). Dai Rosmini acquisisce il senso profondo della fede cristiana da coniugare con le istanze della modernità. Dal padre, l’idea della partecipazione politica guidata da istanze liberali e risorgimentali.

Prima di trasferirsi a Roma con la famiglia (1893), ha già pubblicato Lungo la via (1889) a cui seguirà Sulla breccia (1894): la scrittura come mezzo educativo e civile attraverso cui propugnare una nuova idea religiosa, evangelica e consapevole di sé con la volontà di coinvolgere la chiesa intera e tutta la popolazione, senza esclusione di genere.

Disegnata da Paolo Gallina

Luisa Napolitano

Sono le colline di Valdobbiadene i primi panorami di Luisa Napolitano (Venezia, 1957), luoghi di gente che ha fatto la guerra e conosce un’etica dell’esistenza fondata su tradizioni e valori sociali. Dopo il liceo classico, accantona il sogno di iscriversi a Medicina o di fare la giornalista. Decide per Giurisprudenza e nel 1985 diventa Magistrato. Una carriera brillante che la vede coprire il ruolo di giudice penale al Tribunale di Venezia e alla Pretura di Treviso, di Sostituto Procuratore a Treviso (dove affronta gravi casi di femminicidio) e di giudice del lavoro. Dal 2006 al 2010 è componente del Consiglio Superiore della Magistratura, tra le prime 10 donne magistrate nominate fino ad allora.

Disegnata da Lorenzo Gritti